Dal blog unacoppiaazonzo

 

lunedì 14 luglio 2008

 

Dopo i nostri contatti tramite email con i "ragazzi" della Salamadra, non potevamo mancare all'appuntamento del 10 luglio al Cavatappi, serata che vi avevamo segnalato qualche giorno fa sul blog...

La serata dedicata alle donne, prevedeva un menu' fisso molto creativo preparato dai soliti bravissimi "cuochi per passione" e uno spettacolo al femminile (unica presenza maschile il tastierista, tra l'altro molto bravo) di generi musicali vari.

Il cavatappi, ormai apparecchiato solo esternamente nelle serate estive, si presentava come al solito curato in ogni particolare...la vespa del 1952 parcheggiata all'interno ha colpito subito il nostro animo vespista...un vero gioiello.

Tutti a tavola...

I cuochi ci hanno proposto:

1. cous cous in forma con verdure di stagione, agrumi e bottarga...piatto delicato e fresco in cui il limone legava molto bene col gusto deciso della bottarga

2. lasagnette con spuma di gamberi e crema di caprino...piatto ben costruito con l'accostamento molto delicato del pesce con il formaggio

3. salmone alla griglia alle due salse...le due salse una di peperoni rossi e l'altra di peperoni gialli sono state davvero molto apprezzate dalla nostra tavola.

4. Fantasia rosa...dolce dalle caratteristiche della torta alle mele con ripieno di marmellata (almeno cosi e' stato definito dal tavolo)

5. Gelo di anguria..piacevolissimo fine cena molto fresco per pulire la bocca

I vini, selezionati personalmente dalla Salamandra:

* Muller Thurgau, azienda TiefenBrunner...vino di largo consumo sempre piacevole al naso piu' che al palato dove perde di importanza. Buona l'accoppiata con l'antipasto di cous cous. La tavola si e' divisa su questo vino come accade spesso: da un lato gli amanti dei vini bianchi del nord, dall'altro il partito dei vini bianchi di struttura!

* Polena, azienda Donna Fugata...uvaggio di Catarratto e Viognier, il vino si pone l'obiettivo di coniugare dei piacevoli profumi con la struttura decisa in bocca del Catarratto tipico siciliano. Diciamo che le pretese non sono state raggiunte...il tavolo non ha promosso questo vino!

* Pinot Bianco, azienda Tiefenbrunner...la grande azienda trentina non smentisce la buona qualita' dei propri prodotti...nessuna pretesa eccessiva ma vini puliti, freschi e piacevoli da bere.

* Guazza, azienda agricola Poggioargentiera (Scansano)...uvaggio tutto maremmano di Ansonica 80% e Vermentino 20% per un vino che senza nessun dubbio prevale nettamente su tutte le altre proposte della serata. Buoni i profumi e ottima la struttura e la persistenza in bocca, caratteristica peculiare di molti vermentini della costa toscana.

Come gia' vi avevamo descritto, le serate del Cavatappi sono sempre molto piacevoli. Lo spettacolo del dopo cena presentato da un gruppo di 6 ragazze e un solo uomo alle tastiere (gruppo Megliosole) ci e' sembrato interessante...il fatto che sia cominciato solo nel dopo cena pero' ha portato (parliamo di martedi sera!) alcune persone ad abbandonare la sala prima del tempo...Peccato!

Vogliamo infine salutare tutto il tavolo che ci ha accompagnato durante la serata e che ci ha regalato un paio d'ore veramente molto piacevoli...

il vino e' stato il re della serata tra pareri personali, tecniche di produzione, sensazioni, consigli etc....lo stile preferito del nostro Blog!

 

Grazie ancora agli amici della Salamandra e del Cavatappi!

 

Buon viaggio...

RITORNA