Innanzitutto, cos’e’ questa Salamandra?

 

di Simone Poggetti

 

La “Salamandra” è un’associazione di persone che amano cucinare per pura e semplice “passione”.Queste persone che nella vita si occupano di tutt’altro, ogni tanto organizzano una cena utilizzando le strutture del ristorante che li “ospita”. Il “club il Cavatappi” è il ristorante presso cui si appoggiano piu’ di frequente visto l’ottimo rapporto che si è creato fra il gestore e questi “ragazzi”. Normalmente le loro cene sono a “menu’ fisso” mentre ieri sera hanno voluto sperimentare un menu’ con “comande” e quindi ogni commensale aveva la facoltà di scegliere le varie portate tra primi e secondi. La cena era accompagnata da musica “live” performata da un gruppo di giovani ragazzi (Osteria Sciantante) che interpreta canzoni di De Andrè, Tenco, Conte e altri.

Il tema della serata era l’ “osteria toscana”.

Il menu di conseguenza e’ stato orientato su piatti tipici toscani. Noi eravamo in due e ci hanno fatto accomodare ad un tavolo con altre due persone con le quali fra l’altro abbiamo passato un ottima serata. Cosa abbiamo mangiato:

Antipasto:

L’antipasto è stata l’unica portata fissa ed era cosi composto:

Un vassoio con:

- Prosciutto crudo toscano, finocchiona, Salame toscano, Carciofi sott’olio, Pecorino, Crostini con salsa di fegatini

Un piatto con:

- Acciughe alla povera

ed un altro con:

- Acciughe sott’olio con aglio e prezzemolo

Ottima partenza, menzione speciale per le acciughe ed i crostini che erano particolarmente buoni.

Primi

- Tacconi fatti in casa al sugo di carne, Tacconi fatti in casa ai funghi Pappa al pomodoro, Zuppa di cavolo nero con cipolle fresche

Per dovere di cronaca ho assaggiato tutto e quello che principalmente mi ha colpito è la “genuinità” delle portate.

La pappa al pomodoro mi ha particolarmente colpito per la bontà insieme ai tacconi al sugo di carne.

Nota positiva è il “ripasso” che viene fatto tavolo per tavolo.

In pratica una volta che tutti i commensali sono serviti i cuochi della salamandra passano con le portate e a chi lo vuole effettuano il famoso “ripasso” cioè ti servono per la seconda o terza volta la portata che preferisci,disponibilità permettendo.

Secondi:

- Francesina, Baccalà con i porri, Stoccafisso con le patate, Trippa, Coniglio ripieno al forno

Purtroppo qui non sono riuscito ad assaggiare tutto causa esaurimento spazio interno.Ho potuto assaggiare lo stoccafisso con le patate e la trippa. Lo stoccafisso con le patate era veramente ottimo,delicato,ben amalgamato e molto saporito. Per quanto riguarda la trippa siamo a livelli veramente alti. Difficile spiegare anche perche’ i gusti sono sempre soggettivi.La trippa era compatta,il sugo ben ristretto,di un rosso scuro,ben pepato ed insaporito. Inutile dirvi che ci ho finito un coppia di pane. Veramente notevole.

Dolci:

- Torta co’bischeri, Cantuccini con vinsanto

Ottimi i cantuccini ed il vinsanto di cui purtroppo non ricordo la provenienza.

Vino della casa servito in caraffa che ben si è abbinato con tutte le portate.Caffè onesto,niente di eccezionale. Che dire, per essere dei cuochi che esercitano per diletto il giudizio è piu’ che ottimo,io direi che se facessimo una prova cieca potremmo tranquillamente dire che questi qui sono dei cuochi professionisti.Naturalmente il mio giudizio è relativo alle portate che ho assaggiato che pur essendo dei piatti semplici richiedono una sapiente selezione delle materie prime e non di meno un’accurata lavorazione.Per quanto riguarda l’ambiente “il cavatappi” è un posto carino,accogliente e con una bella veranda che da sul giardino in cui si puo’ cenare d’estate.Unico neo il posto macchina un po’ limitato anche se è possibile parcheggiare fuori dal ristorante facendo poi 50 mt. in salita per arrivarci.Ah gia’,la spesa: 30 Euro a testa.Ottimamente spesi.

3 Ganasce abbondanti per l’ottimo rapporto qualità prezzo, per la genuinità delle portate e la passione profusa.

http://www.ciritorno.it/2008/06/13/la-salamandra-presso-club-il-cavatappi-calcinaia-pi/

RITORNA